Cultura

La Giffoni Experience nel mondo

La Giffoni Experience nel mondo

Il Giffoni Experience è sbarcato oltreoceano: il festival campano è diventato, infatti, caso di studio presso la George Washington University. Ben due giorni di presentazione per raccontare storia e prospettive future durante la GW October Conference, tenutasi il 26 e 27 Ottobre. Relatori sono stati il direttore del LISA Lab dell’Università degli Studi di Salerno, Roberto Parente, e il docente di management presso l’ateneo americano, nonché direttore del network International Council for Small Business, Ayman El Tarabishy, i quali hanno presentato il frutto del proprio progetto di ricerca che ricostruisce la storia del Gff in ottica imprenditoriale. Il pubblico americano ha potuto percepire la passione e l’amore alle spalle di questo progetto attraverso le parole del Ceo di Giffoni Innovation Hub, Luca Tesauro e del direttore, nonché fondatore del Gex, Claudio Gubitosi.

Il direttore ha ricordato come, ormai 50 anni fa, da appena diciottenne, abbia deciso di essere audace creando dal nulla, in un territorio tutt’altro che fertile, quello che oggi viene definito dallo stesso El Tarabishy “un vero miracolo italiano”. Da un piccolo evento partito dalla Campania oggi il Gex si è espanso in Italia e nel Mondo influenzando generazioni e nuovi modelli gestionali e attirando, annualmente, talenti e premi Oscar  da ogni parte del mondo. Un’attrazione che ha mutato anche il territorio con opere strutturali imponenti come la “Cittadella del cinema” e la recente Giffoni Multimedia Valley, una struttura unica nel suo genere  nell’Italia meridionale.

Ma la forza ispiratrice del Giffoni non si ferma agli Stati Uniti. Dal 16 al 22 ottobre, in onore della Settimana della Lingua Italiana nel mondo, Il Giffoni Experience è stato invitato in Cina dal Consolato Generale d’Italia a Canton per presentare a studenti, docenti ed istituzioni la propria storia. Rappresentante Andrea Filardi, 25 anni, laureato in Scienze dello spettacolo e produzione multimediale, dal 2014 selezionatore dei corti in gara al Giffoni Film Festival, nel team della vicedirettrice Antonia Grimaldi, e dall’anno scorso talent handler degli artisti italiani.

Filardi ha spiegato, con il supporto del video/diario del 2017 realizzato da Luca Apolito, le  numerose attività che compongo il Giffoni Film Festival, indicando, inoltre, le modalità per partecipare e le varie sezioni presenti. Enorme la curiosità riscontrata da parte dei molti studenti cinesi, i quali non hanno esitato a porre le loro domande. Gli studenti sono stati, poi, invitati a realizzare dei brevi video in cui raccontare e condividere la loro esperienza sui social network e canali comunicativi cinesi, al fine di promuovere la diffusione del messaggio del Festival nel Paese asiatico e incentivare la partecipazione.

  • Clelia Palladino

 

Redazione RadioCastelluccio

novembre 8th, 2017

No comments